Primo Incontro

È stato un incontro esplorativo: un gruppo di persone che ha deciso di mettersi in gioco e di dire idee, impressioni ed eventuali progetti da condividere per Ivrea e la zona del Canavese.
Sono emersi progetti già in atto da parte della facoltà di Infermieristica

ICONA sta rispondendo a bandi e ha già imbastito progetti che riguradano formazione e startup tecnologiche (mobili intelligenti)

Idee sono emerse sulla necessità di un aiuto per i ragazzi che dovrebbero gestire individualmente i loro progetti cercando finanziamenti  per diventare imprenditori di loro stessi.

Secondo Incontro

Il tavolo si è aperto a più associazioni ed altri soggetti sono intervenuti
L’accademia del software libero ha già preparato corsi di formazione che inizieranno nel mese di marzo

Laura Salvetti è intervenuta facendo presente che c’è la possibilità concreta di un museo unico che racchiuda l’archivio storico e tecnologic@mente in un solo edificio con possibilità di scambi e corsi didattici

La Olivetti in quanto azienda si trasferirà nel centro studi già dedicato al design e che è in via di ristrutturazione

Enrico Gillone ha espresso un particolare interesse per i mobili intelligenti, creare cioè startup tecnologiche come già accennato dal gruppo ICOMA

Maria Aprile ha parlato di turismo e di ciò che già sta attuando

Stefano Zordan ha sottolineato l’importanza di un possibile scambio con l’Università di Harvard (gruppo di architetti che potrebbero venire in autunno)

Raffaele Rizzarelli ha sottolineato l’interesse verso l’Italia da parte del turismo asiatico, non tanto per la parte industriale quanto invece per quella relativa alla storia .

Carla Aira ha suggerito la possibilità di uno scambio con studenti grazie ai progetti gratuiti di ERASMUS PLUS (scambi didattici o lavorativi di circa una settimana del tutto spesati per studenti provenienti da ogni parte dell’Europa e stati del mediterraneo).

Si è sottolineato il problema della capienza per ricevere turisti.

Lino Nay ha propiosto la sua idea del MUUDI, un museo interattivo che coinvolga tutte le esperienze eporediesi – storiche, artistiche oltre che tecnologiche).

Terzo Tavolo

A questo tavolo, più ridotto perché l’orario è stato spostato al pomeriggio) sono intervenuti anche gli studenti del FABLAB che già portano aventi progetti di software libero e producono video in 3D

Kati Lipani che ha portato testimonianza di ciò che stanno facendo a Milano la Casa di produzione cinematografica MAGNITUDOP

Emanuele Splendore editore e direttore di OPERA e della rivista Visitar Gustando che rappresenta un punto di riferimento molto forte per raccogliere e raccontare attività eventi e bellezze del territorio (rivista sia cartacea sia su WEB)

Lino Nay ha riproposto la sua visione del museo

Antonio Frassà ha ribadito la necessità di insegnare ai giovani a progettare e quindi ha sottolineato l’importanza di corsi di formazione in tal senso.

Si è deciso di aprire una parte del sito del Club per l’UNESCO per raccogliere iniziative  progetti anche solo embrionali per limitare la dispersione

Di dividerci in tavoli di lavoro: industria, formazione,  turismo e cultura, eventi e comunicazione.